10 libri mindful, per sportivi e non, da mettere sotto l’albero di Natale

Manca meno di una settimana a Natale ed è partita la corsa agli ultimi regali. Spesso è difficile trovare il dono ideale, complice la paura di non azzeccare i gusti del ricevente. La mia scelta ricade quasi sempre sui libri. Penso che siano tutt’altro che doni banali, se scelti con cura, e ad hoc per il ricevente.

I libri:

Donare un libro può significare tante cose, a seconda anche del tipo di libro che si sceglie. Un saggio, un romanzo, un classico, un libro di ricette, una guida di una città, hanno tutti significati e consigli impliciti o espliciti diversi. Io quest’anno ho pensato che i libri riguardanti il mondo della mindfulness, a me sono stati molto utili, anche oltre il periodo della stesura della tesi, potevo prendere spunto da questi per i regali natalizi.  Questi tipi di libri, spiegano cosa è la capacità di restare nel qui e nell’ora e come allenarla. Sviluppare la capacità di restare mindful, cioè centrati nel presente e connessi al proprio corpo, dona felicità e calma nella quotidianità.

Ecco quindi la mia classifica del libro mindful perfetto a seconda del carattere, dello sport e delle passioni del ricevente.

Il frettoloso

Meditazione per chi ha sempre fretta. – Osho

Non è l’essere umano a doversi adattare alle tecniche meditative, ma i metodi devono essere funzionali al singolo individuo. C’è chi può aver bisogno di scaricare le tensioni, chi di lasciar fluire le cose e chi ancora di risvegliare i propri istinti. In questo libro Osho prova a spiegare la meditazione agli occidentali e suggerisce diversi metodi di approcciarsi alla meditazione.

Il runner

Chi running, un rivoluzionario approccio naturale alla corsa -Danny Dreyer

Il Chi Running è una metodologia olistica innovativa applicata alla corsa, volta a bilanciare gli sforzi e prevenire gli infortuni. Secondo i principi del Tal Chi, il Chi è l’energia che anima tutte le cose e che deve scorrere liberamente. Spiegazioni teoriche e esercizi pratici si alternano all’interno di questo manuale, che ogni runner dovrebbe leggere almeno una volta nella vita.

Il cibo-dipendente

Mangiare Zen,  nutrire il corpo e la mente – Thich Nhat Hanh

Le linee guida sull’alimentazione sana e corretta, sono ormai note da tempo. In mezzo a tutta la confusione, tra diete impossibili e programmi detox, c’è chi ancora non ha trovato il proprio equilibrio. All’interno di queste pagine, tra conoscenze di scienza alimentare e antiche tradizioni buddiste, Thich Nhat Hanh, aiuterà il lettore a vivere il rapporto con il cibo in maniera più consapevole e serena.

Lo sportivo rigido

Yoga e sport – B. K. S. Iyengar

Lo yoga è una disciplina complementare a tutti gli sport. Non si tratta solo di allungamento muscolare, ma anche di miglioramento dell’elasticità muscolare, mente consapevole, miglior gestione del respiro e dell’ansia pre gara. Gli sportivi spesso non sanno da dove cominciare per avvicinarsi al mondo dello yoga e quindi, questo, potrebbe essere il regalo perfetto da fare.

La selvaggia imprigionata

Donne che corrono coi lupi – Clarissa Pinkola Estes

Questo libro ha cambiato la vita di milioni di donne. La psicanalista Junghiana, attraverso questo capolavoro di arte, poesia, psicologia e spiritualità, invita le donne a riscoprire il proprio sé e a correre libere. Diverse fiabe da leggere con calma, un libro da tenere sul comodino.

Il meditatore in corsa

Mindful Running, la corsa consapevole – Moi González, Montse Rodrigues

Ma quando si corre la mente riposa davvero? In teoria dovrebbe, in realtà se non si sa come fare affinché ciò avvenga e quindi il lavoro mentale continua ad affaticare il sistema psico-fisico del corpo umano. All’interno di questo manuale, in 56 lezioni, per la durata di 8 settimane di training, gli autori del libro insegnano come restare focalizzati sul momento presente quando si corre. Questa capacità permette di sfruttare tutti i benefici della corsa, vivendo così un’esperienza totale e completa.

Il tennista

Open, la mia storia – Andre Agassi

Un libro capace di appassionare sportivi e non. Molto più di una semplice autobiografia di un campione che ha fatto la storia del tennis. Un uomo in bilico tra la pulsione verso l’autodistruzione e la ricerca della perfezione, a cui ogni sportivo è incline. Un libro raccontato a tratti con un completo distacco, ma capace di tenerti sveglio la notte.

Lo scalatore

L’arte di arrampicare. Su roccia e ghiaccio. Un metodo per sviluppare la coscienza di sé- Paolo Caruso

L’inventore del metodo Caruso, illustra in questo volume, come prepararsi alla scalata prima ancora di intraprenderla. Una ricerca sistematica dei fondamentali del movimento verticale, uniti alle conoscenze della guida alpina, riguardanti filosofie orientali e arti marziali.

Il curioso del mondo mindful

Mindfulness per principianti – Jon Kabat-Zinn

Il fondatore della mindfulness, così come la conosciamo in Occidente, Kabat-Zinn, illustra a chi non conosce questa pratica il significato del termine mindfulnss. Come mai all’interno di una società che possiede così tanto, ansia e stress, sono sempre più presenti? La mente delle persone è sempre spostata nel passato o nel futuro. Si è persa la capacità di vivre il momento presente in modo pieno, senza giudizio e senza attaccamento. Si vivono poche esperienze totali e affinché la situazione non sfugga di mano, bisogna ritornare a farlo.

Il distratto

Camminare in consapevolezza –  Thich Nhat Hanh

Ogni passo che si compie durante le proprie giornate, può essere un passo di felicità. Basta sapere come farlo. In un volume tascabile, da portare con sé durante le proprie giornate, Thich Nhat Hanh illustra come trovare la felicità anche solo in una camminata. Restare nel qui e ora, percepire il proprio corpo, a partire dall’appoggio dei piedi a terra.

E tu, quale di questi libri metterai sotto l’albero?

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.