L’anno scorso ho deciso di fare un’esperienza da sola in America. 40 giorni oltre oceano per coltivare il mio percorso nello yoga e correre in giro per la città. In questo articolo scoprirete dove praticare yoga e corsa a New York.

È stata un’esperienza tosta, ma che mi ha aiutata a migliorare la mia pratica, scoprire come sono le classi di yoga in America e migliorare il mio inglese. In questo video potrai ascoltare il mio racconto dell’esperienza americana e vedere alcune immagini del mio soggiorno a New York. (clicca qui). Ma adesso parliamo di yoga e corsa a New York!

Dove praticare yoga e corsa a New York

Yoga

Lo Yoga a New York è uno stile di vita, più che in altre grandi “capitali”. Passeggiando per strada, a qualunque ora del giorno o della notte, potrete incontrare ragazze e ragazzi con in spalla il proprio mat e con indosso un outfit da yoga. Se credete che lo yoga sia un’attività da femmine, la grande mela potrà farvi cambiare idea facilmente. Se il clima lo consente, vedrete i newyorkesi praticare yoga e meditazione al parco. Durante i miei 27 giorni a New York ho praticato diversi stili e provato più di 10 scuole. Nonostante mi sia completamente innamorata di alcuni insegnanti e delle loro pratiche, ho deciso di sperimentare il più possibile, sia per poter apprendere diversi metodi di insegnamento, che per poter sperimentare il più possibile. Da queste mie pratiche ho deciso di selezionare questi centri.

In questi centri, ho vissuto le mie migliori esperienze yogiche a New York.

Ecco la mia classifica dei centri di Yoga a a New York:

  • LAUGHING LOTUS YOGA CENTER: (636 6th Ave) il colore e le vibrazioni positive ti accolgono non appena varchi la soglia di questo centro. Due grandi sale per praticare con muri tinti di viola e murales. Stanze finestrate che affacciano su una via rumorosa, ma la musica delle classi copre tutti i suoni provenienti dall’esterno. Tappetini disponibili in loco, senza costo aggiuntivo al prezzo della pratica e questo non capita ovunque nella grande mela. Le pratiche hanno nomi differenti e sono disponibili diversi livelli, alcune veramente molto intense, ma che vi permetteranno di arrivare nel profondo di voi stessi. Meditazione e savasana accompagnati da un grande gong, suonato da insegnanti esperti, che vi farà percepire le vibrazioni in tutto il corpo. Insegnante e pratica consigliata: Victor Coletti pratica Lotus Fly e Diana Trixie Flynn (fondatrice della scuola). Scopri cliccando qui l’orario delle classi.

  • MANG’OH YOGA: (322 E 39th St.) In zona Murray Hill, costa east, si trova questo piccolo centro che consente di praticare in una stanza con circa 20 persone, che sono poche per gli standard della grande mela. Una sola stanza, accogliente e intima. Appena entrati troverete un personale sorridente pronto ad accogliervi e a spiegarvi tutti i vari abbonamenti possibili. Tappetini a pagamento (2 dollari), props di ogni tipo, comprese delle listarelle aderenti antiscivolo da posizionare sul mat, per aumentare l’aderenza nelle posizioni in cui se ne ha più bisogno. Centro caldo, parquet per terra, finestre che danno su una via secondaria senza traffico. Pratica consigliata: Happy Hour L2. Ecco qui il sito della scuola. 
  • YOGAMAYA: (135 W 20th St.), qui ho fatto la mia pratica di yoga una volta arrivata a New York. All’ultimo piano di un edificio anonimo, a due passi dal Flatiron, la classe principale mostra travi a vista e lucernari sul soffitto che rendono l’ambiente caldo. Questa scuola offre classi di ogni tipo con insegnanti davvero qualificati dalla mattina presto alla sera tardi. Spazi ampi, ambiente pulito e molto ordianto. L’insegnante vi guiderà nella pratica dandovi delle opzioni a seconda del vostro livello. Insegnante e pratica consigliata:  Vyniasa con Danielle Harbord. Scopri gli spazi della scuola tramite le foto nel sito (qui).
  • YOGA VIDA: (99 University Piace & 12 th St.) sono arrivata a questa scuola per un workshop sulle inversion con la splendida Adell Bridges (scopri chi è). Scuola collocata ad un piano alto di un palazzo a due passi dall’Union Square Park, offre diverse classi di yoga. Una sala grande e arredata come un vero e proprio salotto vi permette di aspettare la vostra lezione in pieno relax. Camerini ordinati e comodi, bagni particolari e accoglienti. Una parete di questa sala contiene tutti i tappetini degli allievi abituali ed è davvero suggestiva. La sala più grande presenta delle colonne al centro ed è finestrata su due lati. Ogni settimana ci sono workshop molto interessanti, scopri quali sul sito.

  • BIKRAM YOGA: (182 5 th Ave) se siete degli appassionati dello yoga al “caldo”, dovete provare a praticare in questa scuola. In una via che guarda direttamente sul Flatiron, questa scuola occupa due piani. Una scalinata, ripida e veramente faticosa da fare dopo 90’ di Bikram, vi porterà al secondo piano dove c’è la reception. Qui oltre a fare il check in per la lezione, potrete usufruire degli spogliatoi ampi per cambiarvi e fare la doccia. Sono presenti moltissimi armadietti per depositare le vostre cose ma ricordatevi di portare il vostro lucchetto personale. Potrete acquistare anche delle bevande con integratori naturali per recuperare i liquidi dopo la lezione ed è presente una macchinetta per fare il refeel alla vostra acqua (sempre a pagamento). La grande sala per la pratica, è posizionata al piano inferiore, ha uno specchio lungo tutto il lato lungo della sala e le finestre che si affacciano sulla 5th Avenue. Vi sconsiglio di praticare durante gli orari di punta (mattina presto o dopo le 18:00), potreste trovarvi in una stanza a 52 gradi con intorno 52 persone. Come è capitato a me.
  • YOGA WORKS UPPER SIDE: (37 W 65 th St.) in una delle zone più costose di Manhattan, cioè l’Upper Weast, è ubicata questa scuola. Le lezioni singole hanno un costo leggermente superiore alla media e il tappetino è a pagamento, ma il tipo di pratica vale questo investimento. Sono presenti due sale, di due diverse dimensioni, ma entrambe capienti. Negli spogliatoi troverete gli armadietti a rotazione, che non richiedono l’uso del lucchetto ne il pagamento del noleggio. Vi consiglio di praticare Vyniasa Flow 2.

Corsa

Sono cresciuta desiderando correre a Central Park almeno una volta nella mia vita. E la prima volta che ci sono andata mi sono persa nelle sue vie tutte uguali. Dopo la prima settimana, ho imparato ad orientarmi e ad apprezzare anche i momenti in cui perdevo l’orientamento seguendo il runner davanti a me. Se pensate che ci sia solo Central Park per correre però vi sbagliate.

Ecco qua i miei posti preferiti per correre a New York. 

  • Central Park: il sogno di ogni runners, il polmone della città situato nel cuore di Manhattan. Nei suoi 315 ettari si può scegliere il percorso tra quelli già tracciati o lasciarsi ispirare dall’asfalto. Oltre ai percorsi da correre in soltiaria, ogni giorno si possono trovare runners con cui scambiare due parole in corsa, oppure interi gruppi di corsa;

  • Ponte di Brooklyn: percorso adatto a tutti quelli che vogliono correre la mattina presto. Dopo le 7:30 il ponte inizia a riempirsi di turisti, mentre prima dell’alba troverete solo fotografi immersi negli shooting con i propri modelli. Il percorso è di circa 3 km, da Manhattan fino alla località di Brooklyn, si può fare avanti e indietro, se non volete riprendere i mezzi per tornare in città. Il ponte naturalmente presenta sali e scendi che vi permetteranno di allenare anche le gambe. Portate con voi il telefono per immortalare paesaggi mozzafiato;
  • High Line: un parco di 2,3 km creato sulle rotaie in disuso della West Side Line. Naturalmente, come per il ponte di Brooklyn è necessario evitare gli orari di punta dei visitatori. Se vi piace correre sotto la pioggia, può essere una buona opinione andarci in un giorno di pioggia, quando i visitatori si rintanano nei cafè;
  • West Side Manhattan: questo percorso costeggia Manhattan dal lato ovest. La vista è suggestiva e permette di correre per un percorso che va dai 3 agli 8 km, accanto ad una pista ciclabile. Questo tragitto si riempie di Runners al tramonto e sono presenti diversi “lavandini” con acqua potabile. In uno dei piccoli parchi che costeggia la ciclabile, potrete fare degli allenamenti ad alta intensità sfruttando le panchine per allenare tutto il corpo.

E se praticare yoga e corsa a New York non vi basta…

Yoga e corsa a New York… ma anche Maratona di New York!

Quest’anno è stata fissata per il 4 Novembre del 2018. È una delle maratone più famose, amate e gettonate dai runners. Anche chi ha appena iniziato a correre, vede già il suo traguardo nella grande mela. Da Brooklyn al Queens, da Manhattan al Bronx, fino ad arrivare dopo i 42195 km a Central Park. Ogni anno la corsa è fissata per la prima Domenica di Novembre . Il costo del pettorale è elevato, ma vale questa esperienza. Iniziate ad allenarvi da adesso se avete in programma di volare nella grande mela per la maratona. Non improvvisate. Se potete,arrivarte a New York con almeno 5 giorni di anticipo, sia per adattarvi al fuso, sia per il cibo e per provare a correre in questa città. L’aria è diversa e il recupero muscolare dopo il volo dall’italia potrebbe essere più lento. 

E tu sei pronto a vivere la tua esperienza tra yoga e corsa a New York?

Se non sai ancora dove fare colazione ecco qui una piccola guida per trovare la colazione perfetta alle tue esigenze. 

Oggi vi ho parlato di yoga e corsa a New York ma nel blog potete trovare tanti altri articoli dedicati alla corsa e allo yoga, date un’occhiata! E non dimenticate di raccontarmi le vostre esperienze di yoga e corsa a New York, potete lasciare un commento qui sotto 😉

Viaggio in India: yoga e ayurveda
Integratori per sportivi: moda o necessità?