mindfultraining

Mindfultraining: l’allenamento consapevole

Oggi vi parlo di Mindfultraining: Nei miei anni da trainer mi sono resa conto di quanto l’allenamento sia producente o controproducente a seconda dell’attenzione che si pone a ciò che si sta facendo. Non solo l’attenzione nel singolo allenamento, ma la consapevolezza per tutto il percorso che si sta seguendo.

Vi siete mai trovati nella condizione di allenarvi per un puro risultato estetico, senza osservare davvero ai cambiamenti che stavano avvenendo al vostro interno?

L’allenamento, l’attività fisica in generale svolta in modo costante e consapevole, porta tantissimi benefici al corpo e alla mente. Migliora l’umore, liberando endorfine all’interno dell’organismo che permettono di sperimentare un senso di benessere dopo lo sforzo. La qualità del sonno migliora, si riducono il numero di risvegli notturni e il sonno risulta davvero riposante. Le ossa diventano più forti, i muscoli più flessibili e l’aumento di massa magra permette un aumento del metabolismo.

Il bodymindfultraining

Tutto ciò però è avviene quando non ci si allena tanto per dire di averlo fatto, ma quando l’allenamento diventa davvero una parte integrante delle proprie giornate e vi è una ragione più profonda che spinge a muovere il proprio corpo.

Sia chiaro, sarei ipocrita a dire che un fisico di un certo tipo, non sia un obiettivo a cui tutte e tutti ambiamo. Al tempo stesso però c’è molto di più oltre al lato estetico. L’allenamento consapevole e per consapevole intendo svolto nell’ascolto continuo e attento dei segnali che il corpo invia, permette di acquisire non solo maggior autostima, ma anche la determinazione necessaria per proseguire un percorso di benessere nel lungo periodo.

Spesso ci si trova all’interno di un circolo vizioso in cui ci si allena e si fanno tanti sacrifici, per ottenere risultati che tardano ad arrivare o sono diversi da quelli che ci si aspettava di raggiungere. Questo il più delle volte avviene non perché i sacrifici non siano stati abbastanza, ma perché le energie sono state incanalate nel percorso meno adatto a noi.

Il rispetto per il proprio corpo deve sempre essere al primo posto.

Non si può chiedere al corpo di funzionare più velocemente o di tollerare sforzi fuori dalla sua portata. Consapevolezza, attenzione, calibrazione dei carichi sono solo alcuni dei punti più importanti del bodymindfultraining.

 

Mindfultraining

Cosa troverete nella categoria Mindfultraining?

In questa categoria troverete gli articoli inerenti all’allenamento intenso come workout e alla corsa. Continuerò a produrre contenuti che vi diano spunti, sia dal punto di vista scientifico (allegando libri e riferimenti bibliografici) che personali sulla mia esperienza.

A questo proposito se avete domande o richieste su temi che vorreste approfondire insieme a me, sarò felice di realizzare nuovi articoli a seconda delle vostre richieste.

Perché credo nel mindfultraining?

Credo fortemente in questo tipo di allenamento, che forse è più un modo di vivere, proprio perché lo ho sperimentato sulla mia pelle. Da buona atleta agonista, specialista nei 400 ostacoli, mi sono resa conto di quanto io per più di dieci anni abbia sottoposto il mio corpo a sforzi disumani, senza ascoltare quello che mi stava chiedendo. A volte mi supplicava di riposare, di ricalibrare la distribuzione degli allenamenti settimanali, di dormire di più la notte. Eppure io, che avevo il mio obiettivo, facevo finta di non ascoltarlo.

Le conseguenze sono state più o meno disastrose, a seconda dei periodi. Overtraining (leggi qui se non sai di cosa si tratta), fratture da stress al piede destro, fascite plantare, tendinite rotulea, amenorrea da stress e altri ancora.

Quindi arrivata al secondo anno di laurea in scienze motorie e stufa di continuare ad infortunarmi, ma convinta che vi fosse un motivo a me poco chiaro per cui stava accadendo tutto ciò, mi sono avvicinata alla mindfulness e allo yoga.

mindfultraining

Nella mia settimana oltre agli allenamenti di corsa è cambiato qualcosa

Ho sostituito le sedute in palestra in cui sollevavo tantissimi chili, a allenamenti a corpo libero e/o con piccoli attrezzi, ma specifici per il mio obiettivo. Ho introdotto sessioni di yoga e momenti di meditazione e esercizi di mindfulness, dando vita ad un allenamento mindfultraining.

Su di me hanno avuto un risultato meraviglioso, non solo per il cambiamento fisico che ne è conseguito, ma soprattutto nel vedere me stessa più serena, determinata, capace di gestire lo stress senza farmi letteralmente prosciugare da questo.

Siete curiosi di scoprire i nuovi articoli della categoria Mindfultraining?