Mindfulness

Beatrice Mazza

Mi chiamo Beatrice e sono un’insegnante di Vinyasa yoga e una Mindfultrainer

Sono nata e cresciuta in provincia di Bergamo. A otto anni ho incontrato l’atletica leggera che è diventata in pochi mesi, la mia scelta di vita. Sono stata un’atleta agonista per 18 anni, i 400 metri ad ostacoli erano la mia specialità. Ho collezionato diverse medaglie a livello giovanile e in staffetta a livello assoluto. L’atletica mi ha insegnato l’arte del sacrificio, della fatica, a correre per un obiettivo. Al tempo stesso grazie ad infortuni (e sì avete letto bene “grazie”) e sconfitte mi ha portata dove sono ora.

Al momento della scelta universitaria, indecisa tra lettere e psicologia, mi sono iscritta a scienze motorie per poter continuare la mia carriera da atleta e poter incanalare la mia voglia di aiutare le altre persone a prendersi cura del proprio corpo.

Così in un giorno di Settembre, a 19 anni, mi sono trasferita a Milano per approfondire le mie conoscenze del corpo umano, sui libri e sulla pista di atletica. Sono diventata Running coach di diversi club milanesi e ho iniziato a lavorare come personal trainer (certificata ISSA EU) in alcuni centri privati.

Poco prima della laurea, in seguito ad un brutto infortunio alla fascia plantare del piede destro, ho capito che mancava qualcosa nella mia formazione e nella mia vita da atleta e lavorativa. Allenavo tutti i giorni il mio corpo, duramente per ore e ore, al fine di ottenere uno specifico risultato in gara, eppure avevo trascurato completamente il fattore mentale. Così nel 2013 ho incontrato contemporaneamente la Mindfulness e lo yoga. Mi sono avvicinata alla Mindfulness, praticando per diversi mesi secondo gli insegnamenti di John Kabat-Zinn, seguita da un Mindfulness coach, e approfondendo la mia conoscenza con diverse letture.

Ho scritto una tesi di laurea dal titolo “Mindfulness: l’importanza della consapevolezza nella pratica sportiva”.

Mi sono certificata mindfulrunning coach e vinyasa yoga teacher

Imparando a utilizzare le tecniche della Mindfulness nella corsa. E mi sono resa conto fin da subito di come l’attaccamento ai risultati, le aspettative e il continuo chiacchierio della mente, allontani le persone dal benessere psico-fisico. Così ho capito che dovevo integrare queste conoscenze nel mio metodo lavorativo.

Negli stessi mesi la mia pratica yoga è progredita, prima l’Ashtanga yoga e poi il Vinyasa yoga, mi hanno permesso di sperimentare sulla mia pelle i benefici di questa pratica. Nel 2015 mi sono certificata insegnante di yoga dinamico presso Bali Yoga (200 YT).

Nel 2015 nasce anche www.beatricemazza.it un sito attraverso cui comunicare le mie conoscenze, frutto di una laurea, diverse certificazioni e studi che continuano ancor oggi, con le persone. Per poter parlare di mente, oltre che di corpo. Per condividere attraverso un blog concetti più o meno specifici, inerenti ai temi di alimentazione, corsa, training, yoga e Mindfulness.

Quello che sembrava un blog nato per pochi, in qualche anno ha raccolto sempre più visualizzazioni, permettendomi di iniziare a girare il mondo per nuovi progetti con brand di cui sposavo la mission e per continuare a formarmi. Sono la coach ufficiale di Under Amour.

#bodymindfultraining il mio metodo di allenamento per corpo e mente

Nel 2016 fondo il #bodymindfultraining, l’allenamento consapevole, un metodo di allenamento che unisce le mie tre grandi passioni: running, training e yoga. Queste tre discipline si uniscono e alternano per permettere di cambiare non solo il corpo esteticamente, ma soprattutto la mente e l’approccio con cui ci si guarda e ama. Seguo le persone come Mindfultraing dal vivo e a distanza, con i piani personalizzati. Guido le classi di Vinyasa yoga ogni settimana a Treviglio e a Milano. Tengo dei workshop e organizzo dei retreat di yoga e Ayurveda per entrare nel profondo di questa pratica, esplorando la dimensione interiore e spirituale.

Nel 2018 parto per Agonda, sud di Goa, per una nuova certificazione Vinyasa e Ashtanga yoga Teacher (200 YT) al Sampoorna.

Un corpo è sano solo se nutrito ed allenato nel modo giusto, ma non esiste benessere reale se non si cura anche la dimensione mentale e interiore.
Imparare l’arte della consapevolezza, del non giudizio e essere nel qui e nell’ora, è fondamentale per amare se stessi, gli altri ed essere felici con il proprio corpo e con ciò che si è.