Se la dieta comincia il lunedì, il cambiamento inizia: ora

Dopo le abbuffate Natalizie arriva sempre il momento dei buoni propositi per l’anno nuovo. Rimettersi in forma, migliorare il rapporto con il proprio corpo, dimagrire, tonificare o semplicemente fare dell’attività fisica sono alcuni tra gli obiettivi più comuni. E’ questo il momento di iniziare il percorso del cambiamento.

 

Spesso però si rischia di incappare in un circolo vizioso che lascia insoddisfatti. Infatti Gennaio è il momento in cui c’è un breve risveglio dal letargo, dall’inattività e dallo stile di vita insano. La pesantezza dei pranzi natalizi, i bagordi di Capodanno, i continui brindisi, lasciano addosso quel senso di colpa che si vuole espiare il più in fretta possibile. Ci si sente pesanti, fuori forma e stanchi nonostante i giorni di vacanza. Quindi appena si rientra in città si prova a correre ai ripari: palestra, corsi fitness, personal trainer, nutrizionista, programmi detox. Tuttavia già dopo qualche settimana la voglia di prendersi cura del proprio corpo, trovata sotto l’albero di Natale, diventa un ricordo lontano e si torna a poltrire mentre le scarpe da ginnastica, quasi sempre comprate nuove per l’occasione, si coprono di polvere. Così facendo ci si ritrova a Maggio pieni di rimpianti per l’immagine riflessa nello specchio e per la spossatezza cronica dovuta all’inattività. Non resta infine che sottoporsi a diete killer dell’ultimo minuto e ad allenamenti distruttivi , per arrivare in una forma accettabile alla prova costume. Queste settimane impossibili, oltre a non dare i risultati sperati, lasciano addosso tanta frustrazione e ci si ritrova a mangiare una vaschetta di gelato sul divano.

Per raggiungere i propri obiettivi bisogna quindi pianificare il proprio percorso in maniera seria e con calma. Sfruttate questo momento per iniziare sin da oggi la vostra strada verso il cambiamento. Non illudetevi di poterlo iniziare domani, i primi giorni saranno sempre i più duri. Preparatevi a lottare contro la resistenza dei vostri schemi mentali che si sono consolidati nel tempo. Quindi per non cadere in errore è necessario avere un piano d’attacco e in questo articolo vi svelo il mio.

Le mie parole chiave sono: costanza, progressività, coinvolgimento e metodo.

Non illudetevi che basti un pomeriggio alla settimana per trasformare il vostro corpo e le vostre abitudini. La costanza è l’unica arma vincente. Ogni giorno dovrete lavorare sodo per il vostro obiettivo, non importa che abbiate a disposizione mezzora o due ore, che faccia freddo o siate di pessimo umore. La vostra mente sarà sempre pronta a trovarvi delle scuse e voi dovete essere più bravi ad andare oltre. Se lavorate full time o avete figli o una casa da pulire o dovete studiare per degli esami provate a non trovare scuse e fate del vostro meglio per prendervi cura di voi. Sono certa che dopo un’ora di allenamento potrete dare più serenità alla vostra famiglia, a vostro marito o concentrarvi meglio sui libri. Potete puntare la sveglia mezzora prima, o ritagliarvi del tempo dopo il lavoro o durante la pausa pranzo. Per valutare la vostra costanza create l‘agenda del vostro percorso. Segnate i vostri allenamenti, le sensazioni, i miglioramenti e anche le “fasi no”, perché è ovvio che ci saranno anche queste. Di settimana in settimana rileggendo i vostri scritti potrete rendervi conto di come state affrontando questa strada e correggere il tiro nel caso il vostro percorso risulti troppo duro per voi, o al contrario, troppo leggero.

Delineate un percorso progressivo. Se fino a ieri siete stati in letargo o sono due anni che non vi muovete, rispettate i tempi del vostro corpo e assecondateli. Iniziate con calma, la prima settimana dedicatevi due allenamenti e di settimana in settimana provate a incrementare il numero delle sessioni, sempre ascoltando i feedback che il vostro corpo vi restituisce.  Incrementate i carichi e il volume dei workout con intelligenza. Esagerare all’inizio non porta da nessuna parte, se non ad un abbandono precoce dell’attività. Non utilizzate i percorsi di un vostro amico ogni persona è diversa e gli allenamenti che vanno bene per un corpo possono non essere adatti ad un altro. Piuttosto trovate un compagno e allenatevi insieme, seppur con esercizi diversi o ritmi diversi.

Uno dei segreti è scegliere un’attività che vi piaccia, coinvolga e dia soddisfazioni. Se non amate correre, potete farne a meno, se odiate le palestre nessuno vi obbliga a iscrivervi in un centro fitness. Ci sono sempre delle alternative, forse semplicemente ancora non le conoscete. Esistono tantissimi tipi di attività e vi consiglio di continuare a sperimentare finché non trovate quella che fa per voi. Non è vero che per tonificare o dimagrire è necessaria una palestra, le uniche due cose che sono fondamentali sono il corpo e la determinazione. 

Se non conoscete la materia dell’allenamento affidatevi a un trainer certificato. Trovate un allenatore che sia competente, formato e soprattutto sulla vostra lunghezza d’onda. I personal trainer nascono proprio con il fine di essere una guida per le persone che vogliono intraprendere un percorso verso un obiettivo ma non sanno come fare. Vi saprà guidare in ogni movimento e supportarvi mentalmente nel momento in cui vi sentirete stanchi e sfiduciati.  L’allenatore conosce il funzionamento del corpo e del metabolismo ed è quindi in grado di volta in volta di correggere i carichi a seconda di come risponde il vostro corpo. Inoltre saprà capirvi e stimolarvi a fare del vostro meglio e a spingervi ogni volta un passo più in là. Infine diffidate dagli allenamenti preformati che trovate sul web o sulle riviste, e da chi vi promette risultati miracolosi in poco tempo. I risultati si ottengono solo con l’ impegno e il sudore. 

training1a-1500x1000

Ricordate che il cambiamento inizia adesso, le scuse appartengono solo alla vostra mente.