Saluto al sole: una sequenza di Asana per iniziare al meglio la giornata

Il saluto al sole o Surya Namaskar dal sanscrito surya= sole e namskara saluto, è una sequenza di posizioni che vengono eseguite armoniosamente una dopo l’altra in un solo esercizio.

 

L’attenzione si focalizza sui movimenti del corpo e all’interno sul respiro.  Eseguire questo rituale ogni mattina appena scesi dal letto prepara favorevolmente il corpo e la mente ad affrontare la giornata. L’esecuzione dinamica delle asana è un’ottima tecnica per riscaldare il corpo, allungare, tonificare, sciogliere i muscoli e gli organi interni dopo le ore di riposo.
Durante questi movimenti vengono coinvolti circa il 90% dei muscoli del corpo.
Capita a tutti al suono della sveglia di avere bisogno di cinque minuti per ricaricarsi? Oppure di avere troppo freddo per uscire dal piumone?
Ecco il saluto al sole è un’ottima soluzione in entrambi i casi, per aiutarvi a combattere la pigrizia tenete un tappetino da yoga vicino al letto.
Non è necessario che fuori splenda il sole per eseguire questa sequenza perché state salutando soprattutto quello dentro di voi. Non dimenticatevi della sua esistenza anche quando la frenesia e lo stress della quotidianità lo oscurano.
E’ consigliato eseguire il saluto al sole non solo la mattina ma anche prima del proprio allenamento per attivare quei distretti muscolari che altrimenti non si scalderebbero a dovere con una semplice corsa blanda. Le asana possono essere tenute per più o meno tempo. Quindi se la mattina è più efficace eseguire la sequenza in modo lento, nella fase di riscaldamento  prima di un allenamento sarebbe meglio aumentare la velocità e la dinamicità dei movimenti. Inoltre gli atleti spesso si dimenticano l’importanza di allungare i muscoli post allenamento e questa sequenza può costituire un ottimo sostituto.

Non esiste un solo tipo di saluto al sole, a seconda del tipo di yoga vi sono delle varianti. Tuttavia i benefici e i fini non cambiano, ciò che conta è il vostro intento.

Il saluto al sole classico dell’Hatha Yoga è composto da 12 asana che vengono ripetute prima con la gamba destra dietro e poi con la sinistra. E’ di facile esecuzione e solitamente è proprio da questa sequenza che si inizia a praticare lo yoga. A differenza di questo tipo, nell’Asthanga yoga, troviamo due sequenze: Surya Namaskara A e Surya Namaskara B. Si esegue prima cinque volte il saluto al sole A e poi cinque volte il B. Questa pratica è più impegnativa della precedente e a mio parere, una volta che si è presa confidenza con i movimenti e con il ritmo del respiro, più adatta agli sportivi.

Oltre ai benefici fisici se praticato con costanza il saluto al sole infonde una maggiore consapevolezza e allevia lo stress. Come in tutte le pratiche, non basta eseguirlo una volta alla settimana per sentire dei cambiamenti nella flessibilità e nella leggerezza mentale, è consigliato svolgerlo quotidianamente. Anche se è una pratica che può restare totalmente atea, aiuta la mente e il corpo a prepararsi per un viaggio spirituale.

Il saluto al sole è sicuramente la sequenza yogica più conosciuta in tutto il mondo, anche perché può essere eseguito da chi non pratica nessun tipo di yoga ma sceglie di voler beneficiare di tutti i vantaggi che offre.

I benefici principali sono:

  • migliora la flessibilità del corpo;
  • risveglia il metabolismo, oltre che il nostro io;
  • tonifica i muscoli, mantenendoli elastici;
  • rinforza la schiena, la colonna vertebrale, i muscoli del core, le braccia e le gambe;
  • riattiva la circolazione;
  • migliora la postura;
  • favorisce i movimenti intestinali;
  • allevia lo stress.

Come si esegue?  Eseguire il Saluto al Sole.

 

 

  • Ciao Edoardo, grazie per la domanda. Dipende dal tempo che hai a disposizione. Inizia con 3 volte per arrivare a 5 magari, allungando i tempi di inspirazione ed espirazione. Fammi sapere come va.

  • Edoardo Frank

    Quante volte mi consigli di eseguirlo la mattina? Grazie.